Land art

un modo per comunicare con la natura, accogliendo e modellando i suoi doni.

Una insolita esperienza per lasciare nella natura il proprio segno creando opere d’arte effimere realizzate con rami, petali, bacche, foglie e sassi che vengono poi abbandonate agli agenti atmosferici che continuano a plasmarle ogni giorno.

  • 1/2 giornata

  • da 10.00

  • da Grandi

  • min 3 - max 15

  • Su Richiesta
    tutto l'anno

Land art
un modo per comunicare con la natura, accogliendo e modellando i suoi doni.

Una esperienza da land-artisti per realizzare piccole opere di land art, con mano lieve e spirito rispettoso, utilizzano lo spazio naturale e gli elementi della natura come uniche componenti dell’opera. Un modo per recuperare il legame con la natura lasciandosi ispirare dalla sua bellezza e armonia, lasciando un marchio personale, effimero e discreto, del proprio passaggio.  Alla natura il compito di riappropriarsi poi dei suoi elementi  con un colpo di vento, un temporale, il passaggio di un animale.

Tariffe
3 persone 4 persone 5 persone 6 persone da 7  a 15 bambini
30 € 25 € 20 € 17 € 14 €
Informazioni utili
  • Età: dai 14 anni in su
  • Numero minimo e numero massimo: min 3 max 15 partecipanti (adulti e bambini)
  • Luogo di svolgimento: l’attività può essere svolta solo all’aperto
  • Materiali: forniti
FAQ
  1. Cos’è la land art?

    La land art (o Arte ecologica) è una forma d’arte contemporanea d’avanguardia nata in America negli anni ’60 che si esprime attraverso interventi diretti sul paesaggio naturale che producono alterazioni (anche macroscopiche) nel paesaggio.

    Si sviluppa come esperienza creativa nell’ambito dell’arte concettuale, ovvero un’ arte fondata non più sul piacere estetico, ma su un pensiero. L’idea e la riflessione subentrano al manufatto, all’oggetto, indipendentemente dal loro carattere tradizionale o innovativo. Il suo significato profondo, infatti, non sta tanto nelle opere che produce, che condividono con le performance sia il carattere effimero che la documentazione affidata esclusivamente alla fotografia e alle riprese video, ma nel pensiero che le ispira e che nella modificazione discreta del paesaggio vede un’opportunità per definire attivamente la relazione tra l’uomo e la natura.

  2. C’è un abbigliamento consigliato?

    Si consigliano abbigliamento comodo(adeguato alla stagione) e scarpe chiuse.

    In inverno in presenza di neve si consiglia:

    abbigliamento caldo a strati con giacca, pantaloni impermeabili, guanti, cappello, occhiali da sole, scarpe impermeabili alte (eventualmente ghette).

  3. Possono partecipare anche i bambini?

    L’attività è dedicata i soli adulti. Solo gli adulti infatti sono in grado di apprezzare appieno il concetto e i messaggi insiti in un’attività del genere e di cimentarsi con soddisfazione nelle sessioni di land art, nel pieno rispetto della sua accezione.